Bob Lazar, raid dell’FBI in casa dell’ex dipendente dell’Area 51

Chiunque sia appassionato di ufologia e abbia seguito un minimo gli eventi principali che hanno contraddistinto questo campo, non potrà non ricordarsi di Bob Lazar. All’inizio degli anni ’90, quest’uomo fece delle eclatanti dichiarazioni. Lazar avrebbe lavorato per un periodo all’interno dell’Area 51 a operazioni di “retroingegneria”. In pratica il suo compito era quello di studiare velivoli alieni raccolti dall’esercito statunitense per riuscire a riprodurli.

Il raid dell’FBI

Nel mese di novembre del 2018 la famosa agenzia governativa statunitense ha fatto una visita inaspettata a casa di Bob. “Un convoglio di veicoli con diversi agenti sono arrivati a casa mia, dicendomi che ne sarebbero arrivati degli altri, perché avevano qualche domanda da farmi. Dicevano che stavano cercando documenti di circa 2 anni fa su un cliente che aveva ordinato del materiale tossico”. Lazar ha raccontato l’accaduto intervistato dal canale youtube “SecureTeam10“. Il presunto ex dipendente dell’Area 51 tuttavia, crede che gli uomini dell’FBI stessero cercando ben altro, ovvero “L’elemento 115”.

L’elemento 115

Ai tempi delle eclatanti dichiarazioni sull’Area 51, Lazar aveva raccontato che i velivoli alieni usavano una forma di energia differente a ogni altra cosa conosciuta. Chiamò questo carburante speciale con il nome di “elemento 115“. Nei giorni precedenti al raid in casa sua, Bob in un documentario aveva affermato di aver rubato dei campioni di questa sostanza chimica. Molta gente non ha mai creduto alle parole del fisico, benché le descrizioni che ha dato dell’interno della base segreta e di cose apparentemente futili come i distributori automatici, sono estremamente dettagliate. Una curiosità è che il 30 dicembre 2015, l’elemento è stato introdotto nella tavola periodica ufficiale dell’IUPAC.
L’articolo Bob Lazar, raid dell’FBI in casa dell’ex dipendente dell’Area 51 sembra essere il primo su Mystery News.




Leggi la notizia completa

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: