Chi era Il misterioso uomo rettile della Mesopotamia vecchio di 7 mila anni

Chi era Il misterioso uomo rettile della Mesopotamia vecchio di 7 mila anni
Quasi Tutti gli archeologi  sono d’accordo sul fatto che  la storia umana abbia avuto inizio in Mesopotamia, l’attuale Iraq, con la grande civiltà dei Sumeri. La letteratura sumerica è la più antica letteratura conosciuta. Le prime tavolette cuneiformi che si pensa siano scritte in sumerico risalgono alla fine del IV millennio a.C., ma per diversi secoli si hanno solo testi economico-amministrativi e liste lessicali. I primi testi che possono essere considerati letterari sono quelli, di contenuto mitologico, trovati ad Abu Salabikh, che risalgono a circa il 2600 a.C. La grande maggioranza dei testi letterari sumerici pervenutici appartiene tuttavia al periodo di Isin-Larsa (2000 – 1900 a.C.).

Esisto anche dei manufatti pre-sumeri  come ad esempio quelle ritrovate  nel sito archeologico di Al Ubaid ( una cultura protostorica del Vicino Oriente antico con cui viene fatto tradizionalmente iniziare il calcolitico relativo all’area mesopotamica)  che risalgono a circa 7 mila anni fa, molti dei quali rappresentano enigmatici umanoidi con chiari lineamenti rettili.
Il primo esploratore a scavare il sito di Al’Ubaid fu Harry Reginald Hal nel 1919. Si tratta di un piccolo tumulo di circa mezzo chilometro di diametro, con un altezza di circa due metri dal suolo.
Lo scavo portò alla luce diverse figurine maschili e femminili in diverse posture e nella maggior parte dei casi sembra che indossino una sorta di casco e che abbiano un qualche tipo di imbottitura sulle spalle. Altre figurine reggono una sorta di scettro, forse un simbolo regale e di potere.
Il fatto più curioso è che i lineamenti dei volti delle statuine hanno sembianze rettili, con lunghe teste, occhi a mandorla e il naso molto simile a quello delle lucertole. Tra le statuine più strane ci sono alcune figurine femminili che reggono in braccio un lattante con le sembianze di una lucertola. Chi o casa volevano rappresentare gli antichi sumeri con questi manufatti? Rettili venuti da altri mondi?
Come segnalato in un posto precedente, il serpente è un simbolo molto importante per la cultura umana. Molte popolazioni antiche rappresentavano le loro divinità ‘venute del cielo’ sotto forma di essere rettiliani.
Nel pantheon delle divinità sumere figura Enki, la divinità dei mestieri, del bene, dell’acqua, del mare, dei laghi, della sapienza e della creazione. Enki, in alcune rappresentazioni, appare come un essere metà uomo e metà serpente. Il significato del suo nome dovrebbe essere “signore della terra”. Egli era il custode dei poteri divini chiamati Me, i doni della civilizzazione dei quali avrebbe beneficiato l’umanità.
La sua immagine è un serpente con una doppia ellisse, o Caduceus, molto simile al Bastone di Asclepio. Secondo l’opinione di alcuni autori, non sorprende che il simbolo di Enki sia stato poi usato come simbolo della medicina, data la sua sconcertante somiglianza con la doppia elica del DNA.

I Sumeri rappresentano la prima popolazione urbanizzata al mondo. Erano i discendenti di un’etnia della Mesopotamia meridionale (l’odierno Iraq sud-orientale), autoctona o stanziatasi in quella regione dal tempo in cui vi migrò (attorno al 5000 a.C.) fino all’ascesa di Babilonia (attorno al 1500 a.C.).
LE ORIGINI DEGLI ESSERI UMANI SECONDO GLI ANTICHI TESTI SUMERI
 
Il mito sumero della creazione è descritto in una tavoletta di Nippur, un’antica città della Mesopotamia fondata approssimativamente nel 5000 a.C.
Secondo le tavolette sumere, la creazione della Terra (Enuma Elish) iniziò così:
Quando di sopra non era ancora nominato il cielo
e di sotto la terra ferma non aveva ancora nome,
e l’Apsu primiero, il loro generatore,
e il Caos, Tiamat, la generatrice di tutti loro,
le loro acque insieme mescolavano,
e nessun campo era stato creato, nessuna palude era stata vista,
e nessun dio era stato generato
ed essi non portavano ancora un nome,
e i destini non erano ancora stati ordinati,
allora furono procreati gli dei nel mezzo dei cieli
Lahmu e Lahamu furono creati…
È interessante notare come nessun dio sia responsabile della creazione, poiché anche gli dei sono parte di essa.
Forse  nei manufatti ritrovati i sumeri volevano rappresentare il serpente  rettile come un INGEGNERE GENETICO?
L’articolo Chi era Il misterioso uomo rettile della Mesopotamia vecchio di 7 mila anni sembra essere il primo su universo7p.it.

Leggi la notizia completa

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: