Cosa si nasconde veramente dietro ai pericolosi esperimenti del CERN?

La scienza ha appena iniziato ad esplorare quei pericolosi meandri dell’universo attraverso lo studio della materia da esso costituito e ciò che potrebbe derivare dalla collisione di particelle subnucleari, esperimenti questi che pretendono sfidare tutte le leggi della Fisica attuale e che se condotti in modo sbagliato, potrebbero provocare l’apertura accidentale di portali multidimensionali attraverso i quali accedere in realtà alternative ove la concezione del tempo e dello spazio potrebbe essere del tutto diversa da quella percepita nella nostra realtà fisica.Tuttavia i risultati di tali esperimenti potrebbero essere molto più scioccanti di quanto possiamo immaginare soprattutto se si considera che gli scienziati pretendono nterferire con l’ordine delle cose in un contesto quantistico, con il campo unificato della coscienza, l’energia libera, la capacità di creare super-avanzate intelligenze, universi paralleli e realtà alternative.Alcune teorie sostengono che i fisici del CERN starebbero distruggendo il nostro Universo con lo scopo di costringere il genere umano a vivere in un’altra dimensione parallela. Basta considerare il famoso effetto Mandela che potrebbe essere il risultato di questi esperimenti. O peggio ancora, l’apertura di portali attraverso i quali permettere a una specie di malevoli Entità cosmiche di accedere nella nostra dimensione. A rafforzare tali sospetti, sono le affermazioni fatte da Max Laughlin che non è solo un ragazzo visto che come intelligenza supera di gran lunga la media dei suoi coetanei. Probabilmente è il ragazzo più intelligente del mondo soprattutto se prestiamo attenzione alle sue preoccupanti teorie. Egli spiega che gli esperimenti condotti dal CERN potrebbero innescare dei risultati imprevedibili come la confusione quantica attraverso l’alterazione del campo unificato della coscienza, dell’energia libera, delle abilità sovrumane, della singolarità, degli universi paralleli e delle realtà alterne. Quando aveva solo 13 anni il ragazzo riuscì a progettare un dispositivo in grado di generare energia libera, qualcosa di così immenso che avrebbe potuto alimentare gratuitamente l’intero pianeta . Il ragazzo è diventato famoso anche per le sue brillanti idee e per i suoi punti di vista su temi interessanti come la natura dell’Universo e delle alternative delle alternative quantiche, un curioso gioco di parole che sintetizza la preoccupazione del genere umano in merito agli esperimenti condotti sulla collisione delle particelle,finalizzati a ricreare approssimativamente il Big Bang.ufointernationalproject.com Aiutaci anche tu a mantenere in vita questo Blog




Leggi la notizia completa

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: