Il mistero delle luci incandescenti avvistate sopra l'Atlantico

A cosa potrebbero appartenere le strane luci viste pulsare sopra l’oceano Atlantico da uno dei satelliti della NASA? Perché tali luci sembravano scomparire e riapparire a brevi intervalli di tempo? Da circa un anno, queste domande continuano ad ossessionare i milioni di appassionati di fenomeni aerei non meglio identificati. Considerando che tale strano fenomeno luminoso non è stato ancora spiegato dai vertici del NORAD e della NASA possiamo solo formulare due ipotesi più o meno credibili. La prima potrebbe essere quella di una formazione luminosa generata da un gran numero di oggetti volanti non identificati accorsi in quel particolare tratto di mare ove potrebbero nascondersi delle artificiali strutture sottomarine. La seconda ipotesi propende per una grande flotta di pescherecci muniti di potenti fari per la pesca notturna al punto da rendersi visibili anche dallo spazio. Non è la prima volta che viene formulata l’ipotesi che un qualche tipo di civiltà avanzata potrebbe aver allestito delle segrete sottomarine ove operare lontano dagli occhi indiscreti degli esseri umani. Dopo tutto non mancano le testimonianze di strani oggetti volanti visti emergere dalle profondità oceaniche ove potrebbero essere sopravvissuti i superstiti di un’antica civiltà antidiluviana. Gli esperti della NASA hanno spiegato che queste strane luci fotografate dallo spazio potrebbero essere degli accumuli luminosi provocati da oggetti sconosciuti raggruppatisi tutti insieme nel bel mezzo dell’Oceano Atlantico in un tratto di mare lontano dal traffico marittimo e dagli insediamenti umani . Ciò che più aveva sconcertato gli ufologi è che le centinaia di luci sembravano cambiare posizione, per poi scomparire improvvisamente nel nulla. In breve, le strane luci si comportavano come se fossero controllate artificialmente. Ciò ha portato gli esperti a sottolineare che il reticolo luminoso potrebbe essere stato provocato dalle barche dei pescatori impegnati nella pesca dei calamari argentini (Illex argentinus).ufospace.netL’opera umana più bella è di essere utile al prossimo.(Sofocle)




Leggi la notizia completa

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: