Islanda:la comparsa sui ghiacci di una strana increspatura

Gli esperti di questioni ufologiche affermano che sono numerose quelle prove che sembrano sostenere l’esistenza di civiltà avanzate provenienti da mondi lontani con lo scopo di “deturpare geologicamente” la già’ maltrattata superficie del nostro caro pianeta. Ciò spiegherebbe perché alcuni remoti luoghi sono contrassegnati da strani geoglifi, come quelli rappresentati dalle linee di Nazca in Perù.Una strana frattura a zig-zag lunga oltre due chilometri è apparsa di recente sulla superficie di un lago ghiacciato in Islanda.Le foto dell’insolita linea individuata sul lago Thingvallavatn agli inizi di Marzo sono state condivise sulla pagina Facebook del Parco Nazionale di Thingvellir (Þingvellir). Gli esperti del parco sostengono di aver risolto il mistero della strana linea offrendo una teoria razionale con la quale pretendono di spiegare l’insolito e raro fenomeno dovuto a una forte pressione del ghiaccio, un processo dinamico mediante il quale uno strato di recente formazione si sovrappone a quello piu’ vecchio creando in questo modo delle strane increspature. La teoria proposta dal Dr. Orazio Drew, del California Institute of Technology (Caltech), coincide con quella di alcuni cerealogisti (persone che studiano i cerchi nel grano) i quali sono convinti che i complessi agroglifi sono creati intenzionalmente da esseri extraterrestri provenienti da altri mondi anche se in questo caso la causa potrebbe essere molto più terrena, anzi glaciale.Aiutaci anche tu a mantenere in vita questo Blog




Leggi la notizia completa

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: