La Russia prepara una Missione per verificare se gli Usa sono stati realmente sulla Luna.

Russia Pronti a verificare se gli Usa sono stati realmente sulla Luna.
Come sappiamo quello tra Stati Uniti e Russia è un rapporto altalenante, complesso e complicato.
La mancanza di fiducia ha portato i vertici di Roscosmos, l’agenzia spaziale di Mosca, ad annunciare  in questi giorni  l’“imminente” messa a punto di una missione russa diretta a verificare se gli Usa hanno “realmente messo piede sulla Luna”.
Sei missioni presumibilmente portarono uomini sulla Luna, a cominciare da Apollo 11 nel luglio 1969, durante il quale Neil Armstrong divenne il primo uomo a mettere piede sulla Luna. Da allora, e nonostante l’insistenza degli Stati Uniti e della NASA nella veridicità di quegli sbarchi sulla luna, molti hanno dubitato della loro veridicità.
Il capo dell’agenzia spaziale russa Roscosmos, Dmitri Rogozin, nel quadro di un incontro con il presidente della Moldavia, Igor Dodon, ha promesso di verificare se gli astronauti americani siano effettivamente atterrati nel luglio 1969.
Rogozin, durante un incontro ufficiale con Igor Dodon, presidente della Moldavia, ha giustificato l’avvio dell’operazione spaziale evidenziando il fatto che gli Americani avrebbero “fatto sparire ogni prova” degli allunaggi finora celebrati dalla Nasa.

Ad avviso del direttore generale, i frammenti di suolo lunare presentati in passato dalle autorità Usa come “dimostrazione dei successi” riportati dalle missioni Apollo condotte dal 1969 al 1972 sarebbero, da qualche anno, “scomparsi senza lasciare traccia”. Sarebbe stato questo a far scattare l’allarme. Dove sono andate a finire i frammenti? cosa voglio coprire? Hanno trovato qualcosa sulla Luna che non vogliono dirci, oppure non ci sono mai stati?
“Ci siamo impegnati ad appurare”, ha affermato Rogozin, “se gli Stati Uniti sono realmente arrivati lassù. Tutte le prove degli allunaggi ormai non si trovano più. La Nasa ha smesso di esibirli da un bel po’. Tale sparizione è estremamente sospetta.
frammenti lunariDobbiamo assolutamente verificare cosa è realmente successo in passato sul nostro satellite.” Anche il Russian Investigative Committee, l’“equivalente” russo dell’Fbi, ha messo in dubbio l’esito positivo del programma Apollo. Tramite un comunicato rilasciato all’indomani delle dichiarazioni di Rogozin, l’agenzia investigativa ha infatti ribadito la necessità di “andare oltre la propaganda montata finora dagli Usa riguardo agli allunaggi” e ha quindi esortato i cosmonauti di Mosca a fare “piena luce” sui risultati effettivamente conseguiti in passato dai programmi spaziali Nasa.

I media americani hanno reagito all’annuncio fatto recentemente dal direttore generale di Roscosmos definendolo una “ provocazione”. Secondo gli organi di informazione statunitensi, la Russia, per il momento, non avrebbe risorse sufficienti a finanziare nel breve termine una missione investigativa diretta alla Luna. Ad avviso di questi ultimi, l’avvio di un piano del genere potrebbe avere luogo, nel migliore dei casi, “nel 2031”. Per la stampa Usa, di conseguenza, i programmi spaziali ventilati da Rogozin non avranno, per molti anni, “alcun risvolto pratico”.
A cura di universo7p
L’articolo La Russia prepara una Missione per verificare se gli Usa sono stati realmente sulla Luna. sembra essere il primo su Universo7p.it.




Leggi la notizia completa

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: