Terremoto in Centro Italia: si aggrava il bilancio delle vittime

Purtroppo la realtà dei fatti ci vede costretti in via del tutto eccezionale  a trascurare per un attimo l’argomento UFO, diventato ultimamente una mera utopia extraterrena e sprecare un paio di minuti per qualcosa di molto più realistico inteso come un olografico “Pensiero” rivolto alle oltre 250 vittime del terremoto che alle ore 03.36 del 24 agosto 2016 ha devastato in modo irreversibile le più belle località del centro Italia . Cominciamo col dire che un terremoto può colpire in qualsiasi momento e senza preavviso qualsiasi località della Terra . Ciò non toglie che gli effetti dei terremoti non possano essere ridotti se solo gli scienziati dedicassero un po’ della loro attenzione alla storia geologica del nostro Paese che da epoche remote ha sofferto ogni tipo di calamità naturale. Sismicamente parlando, in Italia ci sono alcune aree particolarmente attive nonostante risultassero geologicamente semplici da analizzare poiché si prestano molto bene alla realizzazione di affidabili previsioni a breve termine. Le prove aneddotiche abbondano di pesci, uccelli, rettili e insetti che di punto in bianco sembrano manifestare un comportamento alquanto bizzarro, anticipando di pochi secondi il verificarsi di un forte terremoto. Tornando alla realtà dei fatti la Prefettura di Ascoli Piceno ha diramato l’elenco di tutte le vittime finora identificate, decedute in seguito al violento sisma che ha colpito Lazio e Marche nella notte tra il 23 e il 24 agosto in cui hanno perso la vita oltre 250 persone, tra residenti e turisti di Amatrice, Arquata del Tronto, Pescara del Tronto e Accumoli, i comuni più colpiti dal sisma.




Leggi la notizia completa

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: